Esportare vino in Svizzera: normativa, documentazione e certificati obbligatori

Home » Esportare vino in Svizzera: normativa, documentazione e certificati obbligatori
Esportare vino in Svizzera: normativa, documentazione e certificati obbligatori

Esportare vino in Svizzera è un’attività importante per molti grossisti di vini italiani. La Svizzera è un mercato in crescita per il vino e le sue leggi sull’importazione sono ben definite. In questo articolo, ci concentreremo sulla normativa di riferimento per l’esportazione di vino in Svizzera, sui documenti necessari e sul sistema di etichettatura. Inoltre, indicheremo quali sono i vini italiani preferiti in Svizzera.

Esportare vino in Svizzera: la normativa di riferimento

La Svizzera è un mercato attraente per i grossisti vino a causa della sua elevata domanda e dei prezzi alti. Tuttavia, per esportare vino in Svizzera, è necessario rispettare la normativa di riferimento. Il paese ha un sistema di controllo della qualità rigoroso per garantire che solo i vini di alta qualità siano immessi sul mercato. Inoltre, è richiesto che i vini importati siano etichettati in modo conforme alle leggi svizzere.

Esportazione vino in svizzera: documenti ed etichettature

La Svizzera ha un sistema di controllo della qualità rigoroso per garantire che solo i vini di alta qualità vengano immessi sul mercato. In generale, per esportare vino in Svizzera è necessario seguire le leggi e i regolamenti dell’Unione Europea (UE) e della Svizzera.

Per esportare vino in Svizzera, è necessario compilare una serie di documenti. Tra questi, ci sono:

Prodotti Italiani Italian Wine Lover
  1. dichiarazione di conformità per l’esportazione del vino – deve essere rilasciata dal produttore o dall’importatore e deve attestare che il vino soddisfa i requisiti di qualità e sicurezza stabiliti dalla legislazione svizzera e UE.
  2. certificazione di origine del vino – deve essere rilasciata dalle autorità competenti del paese di origine e deve attestare che il vino è stato prodotto nella regione indicata sull’etichetta.
  3. licenza di esportazione del vino – è un altro documento richiesto per l’importazione di vino in Svizzera. Deve essere rilasciata dalle autorità competenti del paese di origine e deve attestare che il vino è stato esportato legalmente.
  4. dichiarazione di conformità delle etichette del vino – è richiesto che le etichette del vino importato siano conformi alle leggi svizzere. Il sistema di etichettatura svizzero prevede che l’etichetta debba contenere informazioni come il nome del produttore, l’anno di produzione, il contenuto alcolico e le informazioni sulle uve utilizzate.

L’esportazione di vino in svizzera: il vino italiano

I vini italiani sono molto popolari in Svizzera. Tra i vini italiani preferiti in Svizzera possiamo trovare:

  1. Barolo – è un vino rosso DOCG prodotto nella regione del Piemonte. È prodotto principalmente con uve Nebbiolo e ha un colore rosso intenso e un aroma complesso di frutti di bosco, spezie e tabacco. Ha un alto contenuto di tannini e un lungo invecchiamento in botti di rovere. È considerato uno dei migliori vini rossi italiani.
  2. Chianti – è un vino rosso DOCG prodotto nella regione della Toscana. È prodotto principalmente con uve Sangiovese e ha un colore rosso rubino e un aroma di frutti di bosco, erbe e spezie. Ha un buon equilibrio tra acidità e tannini e una lunga persistenza gustativa. È uno dei vini più conosciuti e apprezzati dai consumatori svizzeri.
  3. Brunello di Montalcino: è un vino rosso DOCG prodotto nella regione della Toscana. È prodotto principalmente con uve Sangiovese Grosso e ha un colore rosso intenso e un aroma di frutti di bosco maturi, spezie e tabacco. Ha un alto contenuto di tannini e un lungo invecchiamento in botti di rovere. È considerato uno dei migliori vini rossi italiani.
  4. Prosecco: è un vino bianco DOC prodotto nella regione del Veneto. È prodotto principalmente con uve Glera e ha un colore giallo paglierino e un aroma di frutta esotica e fiori. Ha una buona acidità e una persistente effervescenza. È uno dei vini spumanti più conosciuti e apprezzati dai consumatori svizzeri.
  5. Amarone della Valpolicella: è un vino rosso DOCG prodotto nella regione del Veneto. È prodotto principalmente con uve Corvina, Rondinella e Molinara e ha un colore rosso intenso e un aroma di frutti di bosco maturi, spezie e tabacco. Ha un alto contenuto di tannini e un lungo invecchiamento in botti di rovere. È considerato uno dei migliori vini rossi italiani.

I vini italiani sono apprezzati per la loro qualità e varietà. La Svizzera importa principalmente vini dall’Italia, Francia e Spagna. I vini italiani sono particolarmente popolari tra i consumatori svizzeri di alto reddito

Esportare vino in Svizzera: un po’ di numeri

Esportare vino in Thailandia e vendere vino in Giappone, presentano le stesse opportunità di crescita dell’esportare vino in Svizzera. I dati più recenti sull’esportazione del vino in Svizzera mostrano un trend in crescita per le importazioni di vino dall’Italia. Nel 2020, l’Italia è stato il maggior fornitore di vino per la Svizzera con una quota del 25,6% delle importazioni totali, seguito dalla Francia con il 23,5% e dalla Spagna con l’11,2%. In termini di valore, le importazioni di vino italiano in Svizzera hanno raggiunto i 751 milioni di franchi svizzeri, in aumento del 2,5% rispetto all’anno precedente.

Inoltre, si nota una tendenza verso vini di qualità superiore e un aumento della domanda di vini organici e biologici. In generale, la Svizzera è un mercato in crescita per le importazioni di vino e rappresenta un’ottima opportunità per l’ingrosso vini e per vendere vino online.

 

Champagne Italian Wine Lover
Newsletter
Marco Amato
Marco Amato
I have been with Bell Italia since 2017, today I am the Marketing Manager. I bring with me almost twenty years of experience as a commercial in the food and non-food sectors and a great passion for Made in Italy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *