La denominazione Amarone della Valpolicella DOCG rappresenta una delle più prestigiose e rinomate eccellenze enologiche italiane. La sua produzione di vini rossi di alta qualità è ammirata in tutto il mondo. L'Amarone è considerato uno dei vini rossi più pregiati d'Italia, riservato per le occasioni speciali, perfetto per abbinamenti con piatti importanti o per essere gustato con calma come un autentico "vino da meditazione".

[..]

20 Prodotti

75cl
6 pezzi / cartone

Allegrini Amarone della Valpolicella Classico DOCG - Pz per Cartone: 6.....

150cl
1 pezzi / cartone

Allegrini Amarone della Valpolicella Classico DOCG Magnum - Pz per Cartone: 1.....

75cl
6 pezzi / cartone

Allegrini Corte Giara La Groletta Amarone della Valpolicella DOCG - Pz per Cartone: 6.....

75cl
6 pezzi / cartone

Allegrini Fieramonte Amarone della Valpolicella Classico Riserva DOCG - Pz per Cartone: 6.....

75cl
6 pezzi / cartone

Bertani Amarone della Valpolicella Classico DOCG - Pz per Cartone: 6.....

75cl
6 pezzi / cartone

Bertani Amarone della Valpolicella Classico DOCG - Pz per Cartone: 6.....

75cl
6 pezzi / cartone

Bertani Amarone della Valpolicella Classico DOCG - Pz per Cartone: 6.....

75cl
6 pezzi / cartone

Bertani Amarone della Valpolicella Classico DOCG Cassetta di Legno - Pz per Cartone: 6.....

150cl
1 pezzi / cartone

Bertani Amarone della Valpolicella Classico DOCG Magnum - Pz per Cartone: 1.....

75cl
6 pezzi / cartone

Bertani Amarone della Valpolicella Valpantena DOCG - Pz per Cartone: 6.....

75cl
6 pezzi / cartone

Cà dei Frati Pietro Dal Cero Amarone della Valpolicella DOCG - Pz per Cartone: 6.....

75cl
6 pezzi / cartone

Masi Costasera Amarone della Valpolicella Classico DOCG - Pz per Cartone: 6.....

75cl
6 pezzi / cartone

Masi Riserva Costasera Amarone della Valpolicella Classico DOCG - Pz per Cartone: 6.....

75cl
6 pezzi / cartone

Masi Vaio Armaron Amarone della Valpolicella Classico DOCG - Pz per Cartone: 6.....

75cl
6 pezzi / cartone

Riondo Amarone della Valpolicella DOCG - Pz per Cartone: 6.....

150cl
1 pezzi / cartone

Riondo Amarone della Valpolicella DOCG Magnum Cassetta di Legno - Pz per Cartone: 1.....

20 Prodotti

L'Amarone della Valpolicella è un vino straordinario, reso speciale grazie alla particolare tecnica dell'appassimento. In Italia, l'appassimento delle uve è un metodo ampiamente diffuso per la produzione di vini dolci noti come "passiti". Questi vini erano una volta molto popolari e apprezzati, ma oggi sono un po' passati di moda.

Amarone della Valpolicella: Un Vino Iconico Nato nel Cuore d'Italia

Nella regione della Valpolicella, luogo di produzione dell'Amarone, viene ancora prodotto un vino appassito chiamato Recioto. Questo vino antichissimo sembrava piacere persino all'imperatore Augusto. È proprio il Recioto ad essere l'antenato dell'Amarone. Tuttavia, a differenza del Recioto dolce, l'”Amarone della Valpolicella” non è dolce ed è estremamente raro che l'appassimento venga utilizzato per la produzione di vini secchi. In realtà, esistono solo due vini secchi appassiti: l'Amarone e lo Sforzato della Valtellina.

La leggenda narra che l'Amarone sia nato negli anni '30 a causa di un errore nella produzione del Recioto. Adelino Lucchese, il cantiniere di Villa Novare (oggi Villa Mosconi Bertani), stava imbottigliando del Recioto dolce quando si dimenticò di una delle botti. Il vino rimase nella botte dimenticata per alcuni anni.

Quando Adelino scoprì che la botte era ancora piena, temette che il vino fosse andato a male e che avrebbe perso il lavoro. Chiamò l'enologo Gaetano Dall'Ora e insieme assaggiarono il vino. Per loro sorpresa e sollievo di Adelino, il vino non solo non era andato a male, ma era diventato addirittura migliore.

Il vino aveva acquisito corpo, struttura e potenza, e la dolcezza originaria gli aveva donato eleganza e morbidezza. La fermentazione era continuata lentamente nella botte, trasformando gli zuccheri in alcol. Non era più dolce e per questo venne chiamato Amarone, ovvero "grande amaro".

La prima bottiglia con la denominazione Amarone della Valpolicella apparve sul mercato nel 1936. Da allora, ogni anno i produttori della Valpolicella ripetono intenzionalmente quell'errore.

Amarone Valpolicella: l'arte dell'appassimento e fermentazione

L'Amarone è stato inizialmente etichettato come "Recioto Amaro" o "Recioto Amarone". Quando iniziò ad essere conosciuto e apprezzato sul mercato internazionale, ottenne una denominazione autonoma.

Oggi, il Recioto viene ancora prodotto in piccole quantità insieme all'Amarone e a tutti i vini DOC Valpolicella. Questi vini sono realizzati utilizzando lo stesso blend di vitigni autoctoni, che crescono esclusivamente nella Valpolicella e sono il risultato di una selezione delle varietà più adatte a questo territorio, sviluppata in oltre 2000 anni di tradizione vinicola.

I vitigni principali utilizzati per l'Amarone Valpolicella sono la Corvina, la Corvinone e la Rondinella. La Corvina e il Corvinone devono essere presenti insieme in percentuali comprese tra il 45% e il 95%, mentre la Rondinella deve essere presente tra il 5% e il 30%.

È possibile aggiungere anche piccole quantità di altre uve locali come la Molinara (che un tempo era obbligatoria), l'Oseleta, la Dindarella, la Negrara, la Pelara, la Spigamonti, e così via, e in quantità ancora più ridotte alcuni vitigni nazionali e internazionali.

Negli ultimi anni, l'uva Oseleta si è diffusa tra i produttori di Amarone. Il grappolo di Oseleta è piccolo e compatto, con acini di dimensioni ridotte e una buccia spessa ricca di tannini e polifenoli. Aggiungendo piccole quantità di Oseleta al blend dell'Amarone, si conferisce al vino un colore intenso, struttura e aromi.

Le rese dell'Oseleta sono molto basse, ed è per questo motivo che era stata abbandonata e quasi completamente dimenticata. Tuttavia, è stata recentemente reintrodotta.

Il metodo Amarone è speciale fin dalla vendemmia. Per ottenere un vino di qualità, le uve devono essere raccolte al giusto grado di maturazione zuccherina e fenolica, e i grappoli non devono presentare difetti o marciumi.

Ma per l'Amarone Valpolicella, tutto ciò non è ancora sufficiente. La selezione delle uve per l'Amarone è estremamente rigorosa.

I grappoli non devono essere troppo grandi e soprattutto devono essere "spargoli", ovvero gli acini devono essere distanziati l'uno dall'altro. Si dice che bisogna scegliere quei grappoli in cui si riesce a intravedere il raspo tra un acino e l'altro. Il motivo di ciò lo vedremo a breve quando parleremo dell'appassimento vero e proprio.

Le uve selezionate vengono delicatamente disposte in cassette di legno o plastica e portate in cantina. Ma non è ancora il momento di pigiarle. Anzi, in questa fase è estremamente importante evitare di schiacciare le uve o strappare gli acini. Se il succo entrasse in contatto con l'aria, potrebbero avviarsi fermentazioni indesiderate e processi di marciume che comprometterebbero l'appassimento e quindi la qualità dell'Amarone.

Le casse piene d'uva vengono portate in cantina e accatastate all'interno di ampie stanze chiamate fruttai, di solito collocate sotto i tetti delle aziende agricole o in edifici speciali costruiti vicino alla cantina o al vigneto. Alcune cantine ancora utilizzano arele, speciali graticci fatti di canne o listelli di bambù, per l'appassimento. Altre hanno invece costruito fruttai tecnologici, dove sistemi automatizzati regolano l'umidità, la temperatura e la ventilazione.

Le uve riposeranno nei fruttai per i successivi tre mesi. Questo è il metodo dell'appassimento. Se i grappoli non fossero spargoli, l'aria non circolerebbe uniformemente intorno agli acini, e potrebbero formarsi muffe e marciumi a causa dell'accumulo di umidità. Pertanto, la vendemmia dell'uva per l'Amarone deve essere affidata a personale esperto, in grado di selezionare l'uva corretta e farlo rapidamente.

Raccogliere grappoli sbagliati potrebbe compromettere non solo la qualità del vino, ma anche la produzione stessa. Durante i tre mesi di appassimento, l'acqua all'interno dei grappoli diminuisce del 30-40%, mentre gli zuccheri si concentrano. L'appassimento inoltre sviluppa nell'uva aromi aggiuntivi e complessi.

La fermentazione avviene durante l'inverno, nel periodo più freddo dell'anno. In passato avveniva a metà gennaio, ma sempre più spesso avviene verso la fine di novembre o metà dicembre. Le basse temperature e l'alta concentrazione di zuccheri rendono il lavoro dei lieviti molto laborioso e lento.

La fermentazione completa può durare da 40 a 60 giorni, rispetto ai 10-14 giorni necessari per ottenere un vino d'uva fresca in autunno. Una fermentazione più lenta consente però di preservare tutti gli aromi dell'uva.

Una volta terminata la fermentazione, il vino non è ancora pronto per diventare Amarone. Deve ora passare alla fase di maturazione. Tutti i produttori della Valpolicella devono rispettare rigide regole se desiderano etichettare il loro vino come Amarone DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita). L'Amarone Valpolicella deve quindi maturare per almeno due anni prima di essere imbottigliato e messo sul mercato.

Valpolicella Amarone: Un Viaggio Sensoriale nel Cuore della Tradizione Vinicola

Per la stragrande maggioranza delle cantine, l'affinamento Amarone della Valpolicella avviene in pregiati fusti di rovere. Le combinazioni di forme, dimensioni e provenienza del legno sono infinite. Ammirare i fruttai e respirare l'aria inebriante, che si impregna dei profumi e degli aromi dell'uva in appassimento, rappresenta uno dei momenti più emozionanti e unici durante la visita a una cantina produttrice di “Valpolicella Amarone”.

Per vivere questa straordinaria esperienza, è necessario pianificare la visita nella Valpolicella nel periodo compreso tra i primi di ottobre e la metà di dicembre. Tra i fruttai più suggestivi da visitare, si distinguono senz'altro quelli antichi e tradizionali di Villa Mosconi Bertani o Serego Alighieri, i vasti fruttai di Tommasi o quelli moderni e ad alta tecnologia di Allegrini, Masi o Zenato.

Bertani, Zenato e Tommasi sono rinomate cantine vinicole che producono alcuni dei migliori vini Valpolicella Amarone. Essendo tra le cantine più conosciute della Valpolicella, ognuna di esse crea il proprio ottimo prodotto.

La cantina vinicola Valpolicella Bertani cattura l'essenza di una tradizione senza tempo che ha origine dalla metà del XIX secolo. L'impegno incrollabile della cantina Valpolicella per la qualità è evidente in ogni bottiglia attentamente realizzata. Per produrre Amarone della Valpolicella Bertani, la cantina seleziona manualmente le migliori uve, come le uve Corvina, Rondinella e Molinara, permettendo loro di essiccare naturalmente in locali ben ventilati. Questo intricato processo di appassimento concentra i sapori, dando vita a un Amarone di straordinaria intensità ed eleganza raffinata.

La cantina vinicola Valpolicella Zenato mostra con orgoglio l'esperienza della famiglia Zenato, che si estende per oltre 60 anni nella produzione di eccezionali Amarone della Valpolicella Zenato. Il loro vino rosso Amarone incarna un equilibrio impeccabile tra forza e finezza. Abbracciando l'innovazione, questa cantina Valpolicella miscela varietà di uve tradizionali con quelle internazionali, creando un intreccio di profondità e complessità nei loro vini. Il risultato è un Amarone della Valpolicello Zenato corposo che unisce armoniosamente sapori di frutta succulenta, tannini vellutati e un finale persistente e memorabile.

La cantina vinicola Valpolicella Tommasi è l'incarnazione dell'incessante dedizione della famiglia Tommasi nella creazione di vini che riflettono il terroir unico della regione della Valpolicella. Amarone della Valpolicella Tommasi incarna l'essenza della tradizione, mostrando profondo rispetto per la terra e il patrimonio.

Tommasi seleziona attentamente le uve dai loro vigneti, permettendo loro di essiccare e intensificare naturalmente il sapore. Il vino viene poi sottoposto a un lento processo di fermentazione e matura in grandi botti di rovere, risultando in una fusione perfetta di frutta opulenta, tannini ben integrati e un profilo aromatico affascinante.

Mentre tutti e tre i produttori condividono l'obiettivo comune di creare Amarone eccezionali, ognuno porta il proprio carattere distintivo sul tavolo. Che si tratti dell'artigianalità meticolosa di Bertani, dello spirito innovativo di Zenato o del rispetto per la tradizione di Tommasi, il risultato è una collezione di vini Amarone che mostrano autenticamente l'espressione unica del terroir della Valpolicella e l'abilità degli enologi.

Vino Amarone della Valpolicella: l’eccellenza su ItalianWineLover

Il Vino Amarone della Valpolicella di Bertani, Zenato e Tommasi offrono un'esperienza sensoriale unica, con un ricco intreccio di sapori, aromi e consistenze. Questi vini iconici sono un vero tesoro per gli appassionati di tutto il mondo, testimonianza delle tecniche di vinificazione tramandate nel tempo e della costante ricerca dell'eccellenza.

Che sia degustato da solo o abbinato a un delizioso pasto, ogni bottiglia di Amarone della Valpolicella racconta una storia di tradizione e qualità. È un invito a scoprire la profondità e l'intensità di un vino che ha conquistato il palato di molti.

ItalianWineLover è il sito B2B di Bell Italia Srl, un punto di riferimento per la vendita all'ingrosso dei migliori vini italiani, inclusi i vini veneti. Con una selezione di oltre 3000 etichette provenienti da 500 cantine di tutte le regioni italiane, ItalianWineLover è il partner ideale per i professionisti del settore.

Se sei un buyer, un commerciante di vino o un distributore all'estero, un ristorante, un bar, un hotel, un'enoteca o un gruppo di distribuzione, ItalianWineLover ti offre un servizio completo e affidabile. Dalla scelta dei vini alla fatturazione unica, dall'assistenza logistica al trasporto e allo sdoganamento, potrai contare su un unico interlocutore esperto e consolidato.

ItalianWineLover semplifica l'importazione di vino italiano, fornendo una vasta gamma di prodotti di qualità e un supporto professionale. La passione per il vino italiano si unisce all'efficienza e alla convenienza, offrendo soluzioni su misura per le tue esigenze di approvvigionamento.