Ocm Vino: in cosa consiste e perché è così importante

Ocm Vino: in cosa consiste e perché è così importante

 

Si chiama OCM vino, ossia Organizzazione Comune del Mercato vitivinicolo ed è la regolamentazione unica dell’Unione Europea nata per disciplinare il comparto vitivinicolo. Esso definisce sia le norme di produzione che i contributi a fondo perduto da assegnare alle aziende.

 

Anche in Italia è possibile farne parte e fare richiesta come regione, la regione principale è la Lombardia, il bando è multiregione, con almeno due partecipanti all’Ocm, Sicilia, Sardegna e le regioni del Sud e del Centro, alcune sono già a buon punto.

 

Per la precisione, i finanziamenti e i contributi della nuova OCM vino sono assegnati dal Ministero per le Politiche Agricole e dagli assessorati all’agricoltura delle singole Regioni e province autonome del nostro Paese.

 

OCM Vino: Finanziamenti Per i Produttori Vitivinicoli

 

Per partecipare ai bandi occorre realizzare vino con uve di propria produzione, oppure acquistate da terze parti. Ciò non vuol dire che l’impresa non possa effettuare un’attività di commercio, ma i vini imbottigliati non potranno essere promossi con le agevolazioni di OCM vino paesi terzi.

 

Le imprese possono partecipare singolarmente, oppure in associazione con altri produttori, grossisti di vini o ancora con associazione e consorzi.

 

Bando OCM vino: cosa permette di fare

 

Il bando OCM vino Paesi Terzi permette di finanziare a fondo perduto (dal 50% all’80%, a seconda delle regioni) tutti i costi da sostenere per la promozione dei prodotti sul mercato internazionale.

Le spese finanziabili sono le spese dei viaggi da affrontare, la partecipazione a fiere e congressi, le spese per ospitare gli acquirenti internazionali o giornalisti presso le proprie cantine (incoming) con la copertura di spese di viaggio, vitto e pernottamento.

 

Le spese per le attività internet per la vendita vino online, dalla programmazione ai contenuti del sito. I costi (entro un 4%) per il personale adibito all’export vini.

 

Ancora le spese per la rendicontazione e per il vino utilizzato nelle degustazioni presso ristoranti, centri commerciali a valore di listino franco cantina.

 

Il Bando cmo è una misura completa che riesce a coprire tutte le spese necessarie per sostenere l’export del prodotto da parte delle cantine, con un limite di una spesa massima per azienda pari al massimo al 20% del fatturato dell’anno precedente proprio o dell’Ati.

 

Ecco le attività di promozione che si possono attuare:

 

·         Promozione e pubblicità sui vantaggi del prodotto, la sicurezza alimentare ed il rispetto dell’ambiente, da attuare a mezzo di stampa e televisione

·         le missioni commerciali all’estero con esportatori di vini

·          la partecipazione a manifestazioni, fiere ed esposizioni internazionali;

·         Campagne di promozione offline presso punti di vendita, centri commerciali e piazze

·         Creare tour e degustazioni private per promuovere il vino

·         altri strumenti di comunicazione (ad es. creazione vino shop online, logo, opuscoli, siti, web marketing ecc)

·         Incontri con giornalisti dei paesi coinvolti

 

 

Nuova OCM vino: cosa e quanto finanzia

 

È Il Ministero che riserva una parte di questi fondi della quota nazionale al finanziamento dei progetti multiregionali, che devono coinvolgere almeno due regioni.

. La partecipazione finanziaria è quantificata per la campagna 2021/2022 in € 3.000.000,00, di cui € 200.000,00 per i progetti multiregionali in cui Regione Lombardia è capofila.

Possono partecipare le seguenti attività:

·         le organizzazioni professionali che promuovono prodotti agricoli

·         le organizzazioni e le associazioni di produttori di vino

·         le organizzazioni interprofessionali del settore

·         i Consorzi di tutela

·          i produttori di vino

·         i soggetti pubblici con esperienza nel settore enologico

·          le associazioni temporanee di impresa e consorzi con i soggetti sopracitati

Per la valutazione del processo ci sarà il Responsabile unico del Procedimento (RUP), con il supporto di due assistenti, accerta la sussistenza dei requisiti soggettivi ed oggettivi previsti dagli artt. 2, 3, 4 e 5 del presente Avviso.

Adesso sono in atto le selezioni per capire chi dovrà ottenere i fondi per il 2022.In Sicilia sono stati già stanziati dei fondi per 45 milioni di euro, mentre in Calabria sono uscite da qualche giorno le graduatorie provvisorie del bando. La Toscana invece ha ricevuto 7,8 milioni per la ristrutturazione dei vigneti.

 
Marco Amato
Marco Amato

I have been with Bell Italia since 2017, today I am the Marketing Manager. I bring with me almost twenty years of experience as a commercial in the food and non-food sectors and a great passion for Made in Italy.

Ultimi Articoli