Prosecco: tutto quello che c'è da sapere

Prosecco: tutto quello che c'è da sapere

Il Prosecco è senza dubbio uno dei prodotti più richiesti dai nostri clienti e, in generale, il più esportato nel nostro Paese. In questo articolo e negli altri che seguiranno vi porteremo nel mondo del famoso Prosecco.

Perché conoscerlo meglio ti aiuterà a consigliarli ai clienti del tuo punto vendita all'estero, ma anche a definire l'assortimento dello scaffale dedicato al Prosecco.

Inoltre, sotto ogni descrizione, troverai un link per visualizzare le fantastiche offerte che, qui a ItalianWineLover, ti abbiamo riservato. In questo modo potrai essere competitivo e, allo stesso tempo, garantirti grandi rotazioni e... ottimi margini!

Ecco tutto quello che c'è da sapere sul Prosecco. Sei pronto? Eccoci qui!

Il Prosecco è originario dell'Italia nord-orientale, ma il suo cuore è una piccola regione del Veneto chiamata Conegliano Valdobbiadene. I migliori spumanti italiani stanno diventando sempre più disponibili per i consumatori. Oggi, il prosecco è disponibile in un'ampia varietà di forme, dalle bottiglie pronte per le feste ai compagni di cucina raffinata.

I progressi tecnologici stanno rendendo le tecniche di produzione più sofisticate e i consumatori sono sempre più disposti a sperimentare. Alla fine, otteniamo bollicine migliori e livelli zuccherini ridotti che dimostrano il terroir e la qualità del vino. È vero che il curioso wine lover ha molto da scoprire nel mondo del Prosecco.

Vitigno: Glera

Glera e Prosecco erano entrambi i nomi dell'uva con cui in passato si produceva il Prosecco. Sono passati centinaia di anni da quando il Veneto e il Friuli del nord Italia hanno coltivato per la prima volta quest'uva dalla buccia sottile.

Le uve dei Vitigni Glera hanno un'acidità moderata, perfetta per lo spumante. Scoprirai che ha il profumo di meloni, pesche, pere e fiori bianchi. I vini ottenuti da questo frutto sono generalmente di corpo da lieve a medio. I vini ottenuti da uve completamente mature possono contenere livelli alcolici che vanno dall'8,5% al ​​12,5% in base allo stile del produttore e al contenuto zuccherino residuo.

Tuttavia, le autorità italiane hanno chiesto protezione legale per il "Prosecco" nel 2009 rinominando la varietà "Glera". Questo è simile al modo in cui i francesi proteggono il nome Champagne chiamandolo Champagne di origine. Inoltre, nello stesso anno, la divisione italiana della Denominazione di Origine Controllata e Garantita (DOCG) ha riconosciuto il Conegliano Valdobbiadene come la 44a denominazione DOCG.

L'Italia riconosce solo i vini Prosecco prodotti con almeno l'85% di Glera all'interno di tre denominazioni designate specifiche. Il termine è stato utilizzato dai produttori all'estero per riferirsi ai propri prodotti, provocando controversie legali.

Scopri la differenza tra Prosecco e Spumante Metodo Classico.

Il modo in cui si creano le bollicine nel Prosecco è diverso da altri spumanti, come quelli ottenuti con il Metodo Classico. Difatti è possibile introdurre anidride carbonica (CO2) in una bottiglia di vino in diversi modi.

Il metodo di gran lunga più comune e costoso è il Metodo Classico. È il metodo utilizzato per fare lo spumante Champenois. Non appena l'enologo versa nella bottiglia il vino fermo e secco, aggiunge lievito e zucchero prima di chiuderla con un tappo a corona. Il lievito rilascia CO2 come sottoprodotto del consumo di zucchero.

Secondo il Metodo Classico, avviene una seconda fermentazione in bottiglia. Questo metodo, tuttavia, può modificare il sapore del vino. Quando invecchia, aggiunge complessità, consistenza e sapore come brioche e pane tostato.
Tuttavia, non tutti i vini beneficiano di questo trattamento. Il processo del Prosecco è diverso perché alcuni tipi di Uve necessitano una metodologia di vinificazione nel rispetto delle loro caratteristiche.

Il Prosecco viene solitamente fatto fermentare in grandi serbatoi durante la presa di spuma. Il processo è descritto con diversi nomi: Martinotti – Charmat, il metodo italiano, il metodo tank, cuve close in francese e autoclave in italiano. Rispetto ai metodi tradizionali, è più veloce, più economico e richiede meno manodopera.

Lievito e zucchero vengono aggiunti al vino base in un serbatoio a pressione per avviare una seconda fermentazione. Una volta raggiunta l'atmosfera di pressione desiderata, il vino deve essere raffreddato per fermare la rapida fermentazione. Il profumo e la freschezza di Glera sono preservati con questo metodo.

Una volta raggiunte le atmosfere di pressione desiderate, il vino deve essere raffreddato per fermare la rapida fermentazione. Il profumo e la freschezza di Glera sono preservati con questo metodo.

Le Regioni DOC e DOCG del Prosecco

Su alcune etichette di vini italiani, potresti vedere le lettere DOC e DOCG. Rappresenta le categorie di qualità legale Denominazione d'Origine Controllata (DOC) e Denominazione d'Origine Controllata e Garantita (DOCG) che hanno lo scopo di identificare e premiare i migliori vini d'Italia.

Sono nove le province viticole del Veneto e del Friuli-Venezia Giulia che compongono il grande Prosecco DOC. Il Prosecco DOC Treviso e il Prosecco DOC Trieste possono essere etichettati se il vino è prodotto, prodotto e imbottigliato nelle province di Treviso e Trieste. In contrasto con i rigidi DOCG della regione, tutti i Prosecco DOC consentono una maggiore produzione.

Consigli del nostro Sommelier

Bedin Colli Asolani Prosecco Brut Treviso DOC

Di colore giallo paglierino con vividi riflessi verdognoli, si apre con accattivanti profumi di fiori di campo secchi e frutta di frutteto accompagnati da un sottile sentore di pasta di pane. In bocca, una mousse cremosa è accompagnata da pesca bianca, mela gialla e scorza di agrumi, con note di erbe essiccate, zenzero e aroma di foglia di menta.

Mionetto Prosecco Avantgarde Collection Extra Dry Valdobbiadene Superiore DOCG

Dal colore paglierino brillante, spuma delicata e persistente e perlage a grana fine, questo spumante è delicato profumato e vanta note distintive di litchi, fiori bianchi e mela verde. Al palato è secco e fresco, con mela verde, pera, scorza di agrumi e una nota salina insieme leggere a bollicine spumeggianti e un finale piacevole e persistente.

 

Italianwinelover è il partner ideale di grossisti, operatori al dettaglio e importatori di tutto il mondo che vogliono i migliori vini e spumanti italiani per il proprio punto vendita. Garantiamo i migliori prezzi sul mercato e, soprattutto, un servizio professionale e affidabile. Registrati sul sito www.italianwinelover.it e scopri le nostre offerte speciali. Inoltre, le Sales Assistants Ezia Caputo e Giovanna Caprioli sono a disposizione per qualsiasi informazione o chiarimento.

Prodotti correlati

Marco Amato
Marco Amato

I have been with Bell Italia since 2017, today I am the Marketing Manager. I bring with me almost twenty years of experience as a commercial in the food and non-food sectors and a great passion for Made in Italy.

Ultimi Articoli