La Toscana, rinomata destinazione turistica, è celebre per le sue suggestive strade alberate di pioppi e i rigogliosi vigneti di Sangiovese. Anche se il Chianti è il vino toscano più noto della regione, la Toscana offre una straordinaria varietà di vini di alta qualità che attendono di essere scoperti.

[..]

103 Prodotti

75cl
6 pezzi / cartone

Argiano Brunello di Montalcino DOCG 2014 - Pz per Cartone: 6.....

75cl
6 pezzi / cartone

Argiano Brunello di Montalcino DOCG 2015 - Pz per Cartone: 6.....

75cl
6 pezzi / cartone

Argiano Rosso di Montalcino DOC - Pz per Cartone: 6.....

75cl
6 pezzi / cartone

Banfi Aska Bolgheri Rosso DOC - Pz per Cartone: 6.....

75cl
6 pezzi / cartone

Banfi Belnero Toscana IGT - Pz per Cartone: 6.....

75cl
6 pezzi / cartone

Banfi Brunello di Montalcino DOCG - Pz per Cartone: 6.....

300cl
1 pezzi / cartone

Banfi Brunello di Montalcino DOCG Cl. 300 Cassetta di Legno - Pz per Cartone: 1.....

37cl
12 pezzi / cartone

Banfi Brunello di Montalcino DOCG Cl. 37,5 - Pz per Cartone: 12.....

150cl
1 pezzi / cartone

Banfi Brunello di Montalcino DOCG Magnum - Pz per Cartone: 1.....

75cl
6 pezzi / cartone

Banfi Centine Toscana Rosso IGT - Pz per Cartone: 6.....

75cl
6 pezzi / cartone

Banfi Chianti Classico DOCG - Pz per Cartone: 6.....

37cl
12 pezzi / cartone

Banfi Chianti Classico DOCG Cl. 37,5 - Pz per Cartone: 12.....

75cl
6 pezzi / cartone

Banfi Chianti Classico Riserva DOCG - Pz per Cartone: 6.....

75cl
6 pezzi / cartone

Banfi Chianti DOCG - Pz per Cartone: 6.....

75cl
6 pezzi / cartone

Banfi Chianti Superiore DOCG - Pz per Cartone: 6.....

75cl
6 pezzi / cartone

Banfi CollePino Sangiovese e Merlot Toscana IGT - Pz per Cartone: 6.....

103 Prodotti

Situata nel cuore dell'Italia, la Toscana confina con Liguria e Emilia-Romagna a nord, Umbria e Marche a est, e Lazio a sud, delimitata a ovest dal Mar Tirreno. Le pittoresche colline ornate da borghi medievali e i viali maestosi di cipressi non solo affascinano i visitatori, ma contribuiscono anche alla rinomanza dei suoi vini.

Vini Toscani: Un'Incredibile Storia Scritta dal Terroir

La storia ricca e avvincente dei vini toscani affonda le radici nel VII secolo a.C., testimonianza evidente tramite reperti di antiche anfore vinarie rinvenute nella regione. Durante l'Impero Romano, il vino divenne una parte essenziale della vita quotidiana, particolarmente tra le classi sociali più elevate.

Nei secoli XIII e XIV, nacquero numerose famiglie produttrici di vino in Toscana, alcune delle quali, come i Marchesi de' Frescobaldi, i Marchesi Antinori e il Barone Ricasoli, sono ancor oggi rinomati produttori storici e rispettati nel settore.

Nel 1716, il Granduca Cosimo III de' Medici delineò i confini della zona del Chianti per la produzione di vini toscani di qualità, stabilendo la prima DOC legalmente vincolante nella storia del vino, un traguardo di rilevanza nel mondo enologico.

Il clima riveste un ruolo determinante nel successo dei vini toscani. Le zone costiere godono di un clima temperato, mentre l'entroterra presenta colline ondulate. Le variazioni di temperatura durante il giorno contribuiscono a mantenere l'equilibrio tra zuccheri, acidità e aromi dell'uva. Le generose ore di sole, specialmente nelle zone più basse delle valli, favoriscono la crescita dell'uva Sangiovese.

Le precipitazioni si concentrano principalmente nei mesi più miti dell'autunno e dell'inverno, con occasionali nevicate invernali. Il paesaggio collinare protegge le vigne dai danni causati dai gelidi venti primaverili. Tuttavia, le recenti siccità hanno rappresentato una sfida per i vigneti della regione, causando rese ridotte.

Vino Toscano: un Patrimonio tra Arte e Tradizione

La Toscana vanta una fama mondiale nel mondo del vino, riconosciuta da intenditori e appassionati di tutto il pianeta. Questa reputazione è principalmente legata ai suoi vini rossi secchi, noti per la predominanza del Sangiovese nella produzione. La triade composta da Chianti, Brunello di Montalcino e Vino Nobile di Montepulciano incarna il cuore e l'anima di questo straordinario terroir.

Il Sangiovese, senza dubbio, è il protagonista indiscusso di questa regione, rappresentando una parte significativa della superficie vitata toscana. Questo vitigno assume nomi diversi a seconda dell'area e delle zone di produzione. Nelle denominazioni Chianti, Vino Nobile di Montepulciano e Brunello di Montalcino, il Sangiovese emerge come varietà principale, ognuna di esse conferisce una versione unica di questo nobile vitigno.

Tuttavia, la Toscana non si limita a queste celebri denominazioni. Infatti, ospita ben 41 denominazioni DOC e 11 DOCG, che riconoscono ufficialmente e proteggono i vini di eccellenza. In aggiunta, ci sono sei designazioni IGP/IGT, tra cui la diffusa Toscana IGT, che rappresenta quasi un quarto della produzione totale di vino della regione.

La Toscana IGT, pur essendo una delle numerose IGT presenti in Italia, è un riconoscimento specifico alla regione toscana e include la maggior parte dei cosiddetti "Super Tuscan". Alcuni di questi, come il famoso vino toscano Sassicaia, rientrano nell'etichetta Bolgheri DOC, che permette l'uso di varietà di uve internazionali.

I "Super Tuscan", noti per la loro diversità di vitigni internazionali, hanno contribuito notevolmente a innalzare il prestigio del Cabernet Sauvignon, del Merlot e di altre varietà nella scena vinicola toscana.

Uno dei vini più pregiati toscani che suscita grande interesse tra gli appassionati del vino è il Sassicaia, uno straordinario blend di Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc, proveniente dalla regione costiera della Bolgheri. Questo rinomato vino toscano rappresenta un esempio tangibile della diversità e dell'innovazione presenti nella cultura enologica toscana.

Con l'evoluzione delle regolamentazioni, alcuni Super Tuscan possono ora essere classificati come Chianti Classico DOCG, sebbene la maggior parte preferisca ancora l'IGT Toscana per la sua maggiore flessibilità.

La differenza fondamentale tra il Chianti e i Super Tuscan risiede principalmente nelle regolamentazioni. Il Chianti è prevalentemente a base di Sangiovese, mentre i Super Tuscan possono includere una varietà di uve internazionali. Il Chianti è vincolato a rigorose normative DOCG, mentre i Super Tuscan seguono linee guida più flessibili dell'IGT Toscana.

Il termine "Super Tuscan" è stato coniato per distinguere questi eccezionali vini dai comuni vini da tavola. Nel corso del tempo, l'etichetta IGT Toscana è diventata la scelta privilegiata dei produttori di Super Tuscan, offrendo una classificazione più flessibile per vini di alta qualità.

Vino Rosso Toscano: Gioiello Enologico d'Italia

Nel panorama dei vini rossi, la Toscana è rinomata per le sue numerose e prestigiose denominazioni. Brunello, Bolgheri, Morellino di Scansano, Chianti Classico e Vino Nobile di Montepulciano spiccano come alcune delle più celebri. Ciascuno di questi vini trae il proprio carattere distintivo dall'impiego dell'uva Sangiovese, rivelando la diversificata ricchezza del terroir regionale.

Il Brunello di Montalcino, con radici che affondano nel XIX secolo, emerge come uno dei vini rossi toscani più raffinati. La sua classificazione DOCG stabilisce regole rigide di produzione, richiedendo un invecchiamento minimo di due anni in legno e quattro mesi in bottiglia, garantendo la creazione di un prodotto di eccellenza.

Questo straordinario vino Toscano rosso prende il nome dall'uva nera locale, affettuosamente chiamata "brunello" dalle persone dell'epoca. Oggi il Brunello di Montalcino Docg è prodotto secondo rigorose linee guida, con un rendimento massimo di 80 quintali per ettaro e richiedendo un periodo di maturazione minimo di cinque anni prima di essere commercializzato.

Un parente del Brunello, il Rosso di Montalcino, è anch'esso principalmente prodotto dalle uve Sangiovese grosso, ma è destinato a un consumo più precoce, essendo disponibile solo un anno dopo il raccolto.

Il Bolgheri, una denominazione relativamente giovane, è celebre per la produzione di vini derivati da varietà d'uva internazionali. Il Bolgheri DOC offre un'ampia gamma di scelte, spaziando dalle etichette monovarietali a blend che includono Cabernet Sauvignon, Merlot, Cabernet Franc, Syrah, Sangiovese e altre uve.

La storia della denominazione Bolgheri è più recente ma altrettanto affascinante, grazie alla visione del Marchese Mario Inciso della Rocchetta, che ha cercato di creare vini eccezionali da varietà d'uva internazionali in Toscana. Il famoso Viale dei Cipressi, immortalato da Carducci, simboleggia ora il Bolgheri DOC ed è persino presente nel logo del consorzio.

Bolgheri offre diverse tipologie di vino, dal Bolgheri DOC, spesso realizzato come puro Cabernet Sauvignon, Merlot o Cabernet Franc, a blend che possono includere Syrah, Sangiovese o altre varietà d'uva complementari come il Petit Verdot. La denominazione Bolgheri Superiore condivide lo stesso mix di uve ma presenta minori rese di uva e un contenuto alcolico più elevato.

La DOC Bolgheri Sassicaia è unica in Italia, risiedendo interamente in una singola tenuta, la Tenuta San Guido, e richiede almeno l'80% di Cabernet Sauvignon, con la possibilità di altre varietà di uve a bacca rossa.

Il Chianti, simbolo per eccellenza della produzione vinicola toscana, rappresenta una tradizione che si lega a tempi antichi. Il conte Bettino Ricasoli nel XIX secolo definì le zone, i vitigni e le tecniche per questo vino, ma la sua origine risale ancor più indietro nel tempo. Già nel 1716, il Granduca Cosimo III de’ Medici emanò una legge che disciplinava le regioni vitivinicole, tra cui Chianti, Pomino, Carmignano e Val d’Arno di Sopra.

Il Chianti è stato a lungo simboleggiato dal tradizionale fiasco impagliato, noto in tutto il mondo come emblema del vino popolare in termini di prezzo e qualità. Fortunatamente, le cose sono cambiate: le varie versioni del Chianti (come Chianti Classico DOCG e Chianti DOCG con le sue sette sottozone) rappresentano oggi una rinascita dell'enologia italiana, sia in termini di qualità che di immagine.

In passato, il territorio del Chianti coincideva con i comuni di Gaiole, Radda e Castellina in Chianti, nella provincia di Siena, costituendo la Provincia del Chianti. Queste località costituiscono il nucleo del Chianti Storico, ma la zona designata come "Chianti Classico" è più ampia, coinvolgendo altre zone delle province di Firenze e Siena.

La zona inclusa nella denominazione Chianti DOCG si estende anche alle province di Pisa e Arezzo, dimostrando la complessità del territorio attraverso le sue sette sottozone. Il Gallo Nero, il simbolo distintivo, campeggia con fierezza sulle etichette di questo vino toscano famoso in tutto il globo, contribuendo a arricchirne la sua notorietà.

Il Morellino di Scansano si distingue per lo stile di Sangiovese che può raggiungere nel sud della Toscana. Qui, il vitigno raggiunge livelli di maturazione diversi rispetto ai suoi omologhi settentrionali, risultando in un vino dal profilo più morbido e saporito. Il disciplinare richiede che almeno l'85% del vino sia prodotto con questa varietà, mentre il rimanente può provenire da altre uve rosse toscane consentite.

Tradizione e Innovazione dei Vini Bianchi Toscani

I vini bianchi toscani vantano una storia ricca e prestigiosa. Fin dal Medioevo, con Firenze e Siena in posizioni politiche di rilievo, la produzione vinicola della regione ha guadagnato un alto valore commerciale. La Vernaccia di San Gimignano, celebre già all'epoca e menzionata da poeti come Cecco Angiolieri e Dante Alighieri, era un simbolo di eccellenza. Addirittura, nel canto XXIV del Purgatorio, Dante fa riferimento alla Vernaccia come un vino purificatore.

Oltre a queste tradizioni millenarie, nuovi vini di valore, ottenuti da vitigni locali e internazionali, si sono aggiunti. Lungo la costa, varietà come Vermentino e Ansonica, favorevoli al clima marittimo, offrono vini freschi, espressivi e sapidi.

Nella regione del Chianti, vitigni come la Malvasia Bianca Lunga e il Trebbiano Toscano, una volta utilizzati come supporto per i vini toscani rossi, sono ora spesso destinati alla produzione del Vin Santo. Il Trebbiano è diffuso in tutta la regione, impiegato da solo o in blend per vini più semplici e piacevoli.

Vitigni internazionali come Chardonnay, Viognier e Sauvignon Blanc hanno avuto successo, soprattutto a Pomino, inoltre alcuni vini, come quelli a base di Chardonnay, rientrano nella denominazione generica di Toscana IGT, anche se esistono produzioni più territoriali e di nicchia come l'Ansonica della Costa Argentario e l'Ansonica dell'Elba.

Gran parte delle interpretazioni di vitigni internazionali rientrano nella categoria IGT, non perché siano di qualità inferiore, ma perché non rispettano requisiti territoriali specifici. Oggi, c'è una crescente tendenza a produrre Chardonnay in stile borgognone, utilizzando barrique. Questi vini competono per eleganza e potenziale di invecchiamento con i vini toscani più famosi.

Un'altra tendenza, seppur meno diffusa, è il ritorno alla pratica della macerazione sulle bucce, ottenendo "orange wine" rustici e intensi, con carattere distintivo. Molti produttori preferiscono invece offrire vini bianchi toscani immediati, freschi e facili da gustare, come alternativa ai rossi, con una personalità tutta loro.

ItalianWineLover: Scopri i migliori vini Toscani all'ingrosso

Il Banfi Brunello di Montalcino DOCG: un autentico capolavoro enologico della Cantina Banfi, con un profilo che si distingue per la sua ricchezza ed eleganza. Il suo colore rosso rubino brillante con sfumature granate cattura l'occhio, mentre il bouquet aromatico offre un'esperienza olfattiva dolce e fruttata. Emergono chiari sentori di frutta rossa fresca, che si intrecciano in armonia con le complesse note di liquirizia e tabacco da pipa.

La struttura di questo vino toscano è imponente, e il palato è avvolto in un abbraccio di tannini ben equilibrati da una piacevole acidità. Il Banfi Brunello di Montalcino DOCG promette un notevole potenziale di invecchiamento e una persistenza degna di nota.

Questo vino trova la sua massima espressione in abbinamento a piatti ricchi e saporiti, sui formaggi stagionati e carni rosse come la bistecca fiorentina ma è anche l'ideale per momenti di contemplazione e meditazione.

Il Campo ai Sassi Rosso di Montalcino: incarna le tipiche caratteristiche del Sangiovese coltivato in questa zona, presentando una versione giovane e vivace. I suoli profondi in cui crescono queste viti contribuiscono a creare vini profumati ed eleganti, con una leggera e delicata trama tannica.

Nel bicchiere, il questo straordinario vino rosso toscano svela un magnifico colore rubino brillante. Al naso, emergono principalmente le note fruttate e floreali, tra cui si distinguono il ribes, la ciliegia marasca e la viola mammola, accompagnate con sottili sfumature tostate.

In bocca, si presenta fresco, morbido ed equilibrato; la trama tannica è compatta e delicata. La persistenza è piacevolmente prolungata e rimane fruttata. Un autentico capolavoro della Cantina Frescobaldi da non far mancare sugli scaffali di un'enoteca di vini italiani

Marchesi Antinori Pian delle Vigne Rosso di Montalcino DOC: Montalcino è una collina dalle atmosfere magiche, un luogo incantato che dona vita ad alcuni dei vini toscani più celebrati al mondo. Se il Brunello, nobile e sontuoso, si riserva per le occasioni speciali, un eccellente Rosso di Montalcino, come il Pian delle Vigne di Antinori, emerge come un'alternativa di pregio.

Questo vino toscano si presenta elegante e piacevole, senza eccessiva intensità. È di facile sorseggiabilità ma conserva il fascino derivante da un territorio e da una tradizione vinicola unica al mondo.

Versato nel calice, il Pian delle Vigne Rosso di Montalcino sfoggia un vivace colore rosso rubino, non eccessivamente denso, in sintonia con le caratteristiche del territorio e del vitigno. Al naso, si riconoscono chiare note fruttate, arricchite da sfumature leggermente speziate, conferendo complessità. In bocca, presenta una struttura ben definita, supportata da una gradazione alcolica equilibrata e da un tannino nobile ed elegante.

Banfi La Pettegola Vermentino di Toscana IGT: della rinomata cantina toscana Banfi è un eccellente vino bianco toscano che cattura in sé tutte le caratteristiche distintive del territorio maremmano. Elaborato esclusivamente con uve Vermentino, questo vino toscano bianco rappresenta un prodotto di alta qualità che ha ottenuto numerosi riconoscimenti, tra cui l'apprezzato giudizio del famoso critico e giornalista americano James Suckling.

Il Vermentino La Pettegola è un'espressione sincera di questa varietà, con un notevole potenziale di evoluzione. È perfetto per essere gustato giovane, ma svela sfumature ancora più interessanti se lasciato riposare in cantina per 2 o 3 anni. Un autentico omaggio al territorio maremmano e alla maestria vinicola di Banfi.

ItalianWineLover è il tuo partner di fiducia per l'approvvigionamento di vini italiani all'ingrosso dedicato all’export offrendo un vasto assortimento di vini di alta qualità con un ordine minimo flessibile Registrati e scopri la gamma dei migliori vini Toscani ma anche le rinomate selezioni di vini Piemontesi.

Il nostro vasto portfolio presenta oltre 3.000 etichette accuratamente selezionate provenienti da 500 famosi produttori di tutta Italia.

Registrati scopri i prezzi e componi il tuo preventivo senza impegno di acquisto. Contatta la nostra sede via mail, via WhatsApp o telefonicamente per avere maggiori dettagli o consigli operativi.